BLOG

Brand check up: la checklist per scoprire come sta il tuo brand

IN QUESTO ARTICOLO PARLEREMO DI

L’estate è alle porte è con lei arriva il momento delle pause e dei tempi più lunghi, ma non per il nostro brand che non va mai in vacanza. Ci avevi mai pensato?

Il nostro brand lavora sempre e quale occasione migliore dell’estate per prendersene cura? Il brand check up è proprio un controllo periodico per capire che cosa funziona nella nostra attività e cosa, invece, dovrebbe essere cambiato, ampliato, eliminato…

Possiamo usare questi mesi d’estate proprio per fare un controllo della sua “salute” ma puoi anche decidere di farlo in qualunque momento. Per facilitarti le cose, in questo articolo troverai una check-list completa di cosa controllare.

Che cos’è il brand check up?

Alla base della nostra attività c’è il nostro brand che possiamo sintetizzare come tutto quello che facciamo per creare un’immagine di chi siamo nella mente dei nostri clienti o potenziali clienti e stabilire un legame con loro. Non basta solo lavorare offrendo servizi o prodotti: è altrettanto fondamentale creare un racconto di noi da comunicare e curare.

Il brand check up è un po’ come fare la revisione alla tua auto: la fai per essere sicuro che funzioni  tutto e che non ti lasci per strada. Con il tuo brand è utile fare la stessa cosa. Io, ad esempio, sfrutto questo periodo dell’anno per fare un check up della mia attività e capire cosa funziona e che cosa no e dove posso migliorare o cambiare.

Penso che sia molto importante dedicare del tempo a far diventare il nostro brand ogni giorno più solido e forte. Secondo molti corsi di formazione che ho seguito, occorrerebbe dedicare il 50% del nostro tempo lavorativo ai clienti e il restante 50% al nostro business. Io non sono ancora arrivata a questa percentuale, ma da quando dedico circa il 25% del mio tempo lavorativo settimanale alla mia attività, con brand check up periodici, posso dirti che ho visto una grande differenza.

La brand health

Verificare come sta la nostra attività è così importante che esiste addirittura il concetto di brand health, per riferirsi alla salute di un brand. Le aziende grandi possono avere diversi indicatori per misurarlo. Quali strumenti ha a disposizione, invece, chi ha una piccola attività o è un libero professionista?

Riflettendoci a lungo mi sono resa conto che la salute del mio brand emerge anche in quello che le persone pensano di me e dei miei servizi. Ogni volta che termino un progetto, invio subito al cliente con cui ho lavorato un piccolo questionario per avere un feedback. Ed è lì che trovo tante informazioni per capire se sono nella direzione giusta. Tu sai cosa pensano le persone del tuo brand? Con le risposte in mano potresti fare un bilancio per capire la brand health della tua attività.

La checklist per fare il brand check up

Arriviamo, quindi, al dunque. Come puoi fare il brand check up? Io utilizzo una checklist che voglio condividere con te. Ti consiglio di usarla durante l’estate, per ripartire a settembre alla grande!

Per ogni aspetto che ti proporrò di controllare, rispondi con sincerità e, alla fine, tira le somme!

1) Mission, vision e valori

La nostra mission, la vision e i valori rappresentano il timone della nostra attività. Ti propongo di scriverli se non l’hai mai fatto o di rivederli per capire se sono ancora allineati con chi sei oggi.

Funziona ancora?

2) Il cliente ideale

Le persone con cui hai lavorato fino ad oggi rappresentano il tuo cliente ideale? Pensa se quello che avevi definito (spero tu l’abbia fatto) è ancora il cliente con cui vorresti lavorare. Può succedere che lo sia ancora oppure, se il tuo brand è cambiato (o stai pensando di cambiare), anche il tuo cliente potrà avere delle caratteristiche diverse.

Funziona ancora?

3) I feedback

Un aspetto importante della salute del nostro brand è cosa le persone pensano di noi. Hai raccolto informazioni su quello che i tuoi clienti pensano del tuo servizio o prodotto? Se l’hai fatto, perfetto! Rileggere le loro parole ti aiuterà a capire se sei sulla giusta strada.

Funziona?

4) Le vendite

Naturalmente occorre monitorare anche l’andamento economico del nostro business e in particolare come stanno andando le vendite. Se hai pianificato l’anno con una previsione di fatturato fai un controllo per se sei in linea con quello che avevi previsto o se il traguardo è lontano e devi rivedere qualcosa. Magari hai fatto una previsione di fatturato eccessiva oppure le tue vendite stanno andando al rallentatore: meglio controllare!

Funzionano?

5) Identità visiva

L’immagine della tua attività, ti rappresenta (ancora) o no? Rispecchia i tuoi valori? È in linea con quello che offri? A qualsiasi stadio del tuo business, sia che tu abbia appena iniziato o che tu svolga il tuo lavoro già da tempo, è importante che l’identità del tuo brand sia ben definita e allineata.

Funziona?

6) Comunicazione e marketing

La tua strategia di comunicazione e marketing, cioè le azioni che compi per raggiungere  il tuo cliente ideale, sono aggiornate? Rispecchiano chi sei tu in maniera genuina e trasparente? Ti stanno portando dove vorresti essere e versi chi vuoi raggiungere?

Funzionano?

7) Canali di comunicazione

Quali strumenti di comunicazione usi per far conoscere la tua attività? Hai, vero, degli strumenti di comunicazione? È davvero molto molto importante controllare lo “stato di salute” dei canali di solito più usati: il sito web che è di tua proprietà e i tuoi social. I loro contenuti sono aggiornati? Fornisci tutte le informazioni necessarie per contattarti? Il  messaggio che veicolano è quello giusto?

Funzionano?

Brand check up: i risultati

Adesso che hai fatto le tue considerazioni, vediamo insieme i risultati:

  • Se hai risposto 7 volte “No”, a mio avviso, hai un’attività che andrebbe rivista e ripensata.
  • Se hai risposto 4 volte “No”, hai parecchie cose da rivedere ma ora che ne sei consapevole hai già compiuto il primo passo per migliorare le cose.
  • Se hai risposto 2 volte “No”, sei sulla strada giusta e puoi usare questi mesi in modo da sostituire le poche risposte negative che hai dato con un grande “Sì”
  • Se non hai risposto neanche una volta “No”, hai un brand incredibile e stai andando alla grande! Fai comunque dei check up periodici per continuare su questa strada.

Brand check list: una bussola per il business

Ogni estate faccio il mio brand check up per capire se le cose stanno andando come ho pianificato a inizio anno. Attraverso la check list posso capire se tutto prosegue come pianificato. Se, invece, qualcosa non va, ho ancora dei mesi davanti per correggere il tiro.

Spero che questo strumento ti possa essere utile per fare altrettanto. Avendo con te una “bussola” che ti indichi la direzione per affrontare gli ultimi mesi dell’anno e l’avvio del 2025 con un brand in ordine ed efficace al 100%.

Se dalla check list hai scoperto il tuo brand non è tanto in forma, non scoraggiarti ma prendi la situazione in mano e scrivimi.
Ti aiuterò a migliorare gli aspetti in cui ti senti meno forte.

Ti è piaciuto il mio articolo? Se ti va puoi condividerlo

Potrebbe interessarti….

degioro0408

Come creare un brand: dall’idea alla realtà

Nel momento in cui decidiamo di avere un’attività in proprio, decidiamo anche di creare un brand. Anche se non sempre lo facciamo intenzionalmente, succede proprio così. In questo articolo parleremo degli step per creare il brand della nostra attività.

LEGGI TUTTO >

SONO ROXANA

Mi piace scrivere del mio lavoro, perché per me è anche una grande passione. Nel mio blog parlo di visual branding, visual identity e web design, ma anche di creatività e ispirazioni. Se anche a te intessano questi argomenti, ti invito a leggere i miei articoli.

ARTICOLI PIÙ LETTI

Cerca

QUI SI PARLA DI

TI PIACEREBBE RIMANERE IN CONTATTO?
ISCRIVITI ALLA MIA NEWSLETTER
Per ringraziarti potrai scaricare la mia guida "Crea la tua prima Moodboard"